martedì 8 luglio 2014

Cascate di Castel Giuliano

Vicinissimo a Roma delle meravigliose cascate 

Bracciano e Cerveteri sono uniti da una bellissima zona vulcanica-tufacea, sulle cui rocce impermeabili scorre un dedalo di fiumiciattoli e cascatelle.

Il Fosso della Mola scorrendo verso il mare, appena dopo Castel Giuliano, si incanala in un boscosissimo tratto. Qui si incontrano degli spettacolari ed altissimi salti d'acqua, con delle grandi pozze, dove è possibile rinfrescarsi e farsi il bagno.

Il percorso che affronteremo parte dal piccolo villaggio agricolo di Castel Giuliano, dominato dal Palazzo Patrizi, una dimora Seicentesca, con un importante giardino che ospita a primavera la "Festa delle Rose".

Cominceremo scendendo lungo il Fosso della Mola, incontrando i resti di un ponte, ciò che rimane di una antica strada che portava verso Cerveteri.

Appena sotto il ponte, la prima imponente Cascata Superiore, che ammireremo dall'alto prima e poi dopo un breve tratto, dalla base.
Proseguiremo nel fitto del bosco e raggiungeremo il Fosso la Guardia che risaliremo pochi metri, per arrivare alla Cascata dell'Ospedaletto.
Si prosegue lungo il percorso incontrando altre cascate, alcune con ampie pozze in cui ci si può immergere.






Lungo il cammino si incontrano diversi resti in muratura. Sono ciò che rimane delle ferriere papali in funzione fino al Cinquecento.

Qui venivano bruciate le rocce metallifere per estrarre il ferro fuso. La spinta dell'acqua del corso del fiume era usata per muovere i mantici che alimentavano i fuochi.

Terminata la discesa, si arriva ad una antica cava di pietra in disuso, si guada il fiume e si comincia a risalire.


Si passa tra il Belvedere del Principe ed il Monte Lungo, continuando a salire nel bosco ombreggiato.
Un breve tratto di discesa ci porterà al vecchio ponte sul Fosso della Caldara.






Si risale ancora un tratto fino a chiudere l'anello un chilometro prima di Castel Giuliano.

Vuoi partecipare alla gita? Clicca qui
Oppure
Qui su Facebook